Sportiva Tassisti Firenze | Tiro al Volo
638
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-638,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Tiro al Volo

Quanto sia bello e divertente praticare il Tiro a Volo, non lo si può descrivere raccontando soltanto una vittoria, sicuramente non lo si può considerare uno sport di contatto fisico ed è sbagliato pensare che non vi sia in esso lo sforzo fisico, la concentrazione prende il sopravvento, il dover coordinare il proprio corpo con la mente, per ripetere nella gestualità e nell’azione di sparo una sequenza armoniosa e fluida, non mancano lo stress e la fatica che ti assalgono spesso nel momento della gara. Il tuo avversario più temibile non è il tiratore al tuo fianco non lo sono i partecipanti impegnati con te ad una gara, l’avversario più temibile è dentro te stesso, le tue emozioni, i tuoi muscoli e la tua mente. Ho sempre pensato che il Tiro a Volo sia una disciplina estremamente educativa, la responsabilità e la consapevolezza, l’attenzione alle proprie emozioni e le parole scambiate con te stesso dopo ogni lancio, che sia un centro o un errore, resta fondamentale la convinzione nel poter recuperare nel mantenere in serie positiva il tuo punteggio, autostima e la convinzione nelle tue capacità.
La tradizione è grande in Toscana, la regione vanta tantissimi campioni cresciuti ed affermati ad ogni livello, sia nazionale che internazionale, non riuscirei ad elencarli tutti senza fare torto a qualcuno e quindi mi limito a ricordare quelli più vicini a me, quelli che condividono o hanno condiviso il mio lavoro di tassista, quelli a cui ho chiesto spesso consigli e rubato con gli occhi il modo di stare in pedana, Ivan Pagliazzi, Flavio e Jacopo Cipriani, tanti ancora sono i colleghi che praticano con me questa passione e partecipano ogni anno, li elenco alla fine per non annoiare chi mi sta leggendo con una lunga lista di nomi, non per questo si pensi che non siano importanti, ognuno con la sua presenza è vincente e fondamentale, spesso con la simpatia e la condivisione di bellissimi momenti, come le pause tra una serie e l’altra con briscole e scope giocate a carte, le cene ed i pranzi, gli sfottò e le battute che da buoni fiorentini non mancheranno mai.
Visto che ci siamo, stiamo per iniziare la stagione 2018 in vista del campionato nazionale, sarebbe bello rivedere qualcuno che ha già partecipato o nuovi nomi tra i colleghi fiorentini che vivono la passione per la caccia ed il tiro, perché siamo una squadra fortissima e le porte di questa casa sono aperte a tutti, sia a quelli che hanno già esperienza, sia per chi ha la voglia di mettersi in gioco in una nuova esperienza.
Abbiamo la fortuna di condividere la Polisportiva Tassisti Fiorentini che ci appartiene, sempre ci rende orgogliosi con le tante iniziative che possono cambiare l’opinione pubblica nei confronti della categoria, ci compatta e rafforza, perché siamo bella gente con pregi e difetti.
Già prima che nascesse questa nostra polisportiva nasce un campionato nazionale per tassisti ed ex tassisti, era il 1968 e da allora quasi ogni anno si svolge a fine primavera, anche quest’anno saremo impegnati a difendere i nostri colori, organizza la città di Trieste e la gara verrà disputata il 24 maggio 2018 sui campi della ASD PORPETTO, specialità Fossa Olimpica 100 piattelli per l’individuale più 25 disputati a squadre, siamo sempre in tempo a formare nuovi tiratori ed allenare gli altri. Categorie ammesse: Eccellenza/Prime – Seconde – Terze – Cacciatori – Veterani.
Ringrazio i partecipanti alla sez. Tiro a Volo della Polisportiva Tassisti Fiorentini:
ALBANI ROBERTO, NANNI GIOVANNI, PELLEGRINI ANDREA, BRAVI GABRIELE, DIDIMI ROBERTO, BARTOLINI PAOLO, BIONDI FRANCO, BERTI CRISTIAN, TENDI CARLO, OCCHINI MARCELLO, FALCIANI PIETRO, GIANI MARIO, GIUDICI VITTORIO, CIPRIANI SANDRO E MARCO, MORELLI FALIERO, TATTINI CLAUDIO, CHIARLITTI RAUL, TANINI STEFANO, MASSINI STEFANO, LANDI CARLO, LANDI LORENZO, MARCUCCI MARCO, NOCENTINI LUCA, CERBONE ALESSANDRO, GRAZIOSI MASSIMO, GRAZIOSI MARCO, ROSSI GRAZIANO, CORTESI GIULIO, GRAPPOLINI GUIDO, BARBINI RENATO, ANDREI MARCO, BIONDI RENZO, MAZZI MAURIZIO, DEL NERO ANDREA, CECCHI ROBERTO, ZOCCHI RENZO, MORUSSI PIERLUIGI, MACCHIAVELLI FABIO, PAGANI GIULIANO, qualcuno dovrà scusarmi, mi sarà sfuggito di sicuro.

di Giovanni Baccini